20161115 4458 B LRE A350 941 CX 292 FCO HKG 640x427L’aeroporto di Roma Fiumicino parla sempre più cinese. Crescono infatti in maniera esponenziale i viaggiatori sulla rotta Roma – Cina. Nel 2016, sono stati 480 mila i passeggeri sui voli tra Roma e il paese asiatico, +51% rispetto al 2015, e ben 690 mila quelli che hanno viaggiato verso Cina, Hong Kong e Taiwan con un incremento in questo caso del 28% rispetto all’anno precedente. Dal Leonardo da Vinci sono 35 i voli settimanali verso la Cina effettuati da Air China, Cathay Pacific, China Airlines, China Eastern, China Southern e Hainan Airlines – che insieme ad Alitalia connettono direttamente lo scalo con dieci grandi città della Greater China: Pechino, Xi’an, Chongqing, Haikou, Wuhan, Canton, Shanghai, Wenzhou, Hong Kong, Taipei. Un vero e proprio record, che l’aeroporto di Roma condivide in Europa solo con Parigi.
Fiumicino è tra i primi scali al mondo a essere stato accreditato come “Welcome Chinese Airport”, riconoscimento recentemente elevato a livello GOLD, rilasciato dalla China Tourism Academy. I servizi avviati in quest’ottica vanno dalla segnaletica informativo-commerciale, al sito web in lingua cinese, alla disponibilità di acqua calda gratuita nei punti di ristoro dell’aerostazione, al servizio Personal shopper, che vede addette ADR fornire assistenza in lingua cinese. Un’offerta dedicata che, dallo scorso dicembre, si è ulteriormente arricchita, con l’apertura nella nuova Area di imbarco E, di un primario operatore del food specializzato in cucina orientale. A dimostrare la vocazione di porta della Cina per l’aeroporto di Fiumicino, nello scalo è stato celebrato il Capodanno Cinese con l’inizio dell’Anno del Gallo che ha coinvolto passeggeri, ma anche vettori e operatori aeroportuali. 10 artisti si sono esibiti nella tradizionale Danza del Leone, mentre ai viaggiatori presenti sono stati offerti i tipici biscotti della fortuna.