Venerdì 9 febbraio scatteranno a PyeongChang le Olimpiadi Invernali. Fino all’assegnazione dei giochi alla località della Corea del Sud, pochi la conoscevano. Nonostante si trovi a soli 700 metri di altezza, PyeongChang è molto fredda. Per la cerimania inaugurale si potranno raggiungere i -20°. Situata nella regione dei monti Taebaek, si trova a circa 180 km dalla Capitale Seoul e a circa 60 dal confine con la Corea del Nord. Nei pressi di Pyeongchang vi è il primo parco nazionale del Paese, l’Odaesan National Park. Prende il nome dal monte Odaesan alto 1.500 metri il cui nome significa ‘montagna delle cinque pianure’, in quanto tra la catena montuosa si sviluppano cinque bellissime valli. Il parco ospita circa 4 mila specie animali e vegetali metà delle quali costituite da insetti. È una delle mete predilette di chi ama fare trekking. Nella contea di Pyeongchang si possono trovare anche numerosi templi buddisti. Tra i più belli c’è quello di Woljeongsa, fondato nel 643 dal monaco Jajang che era un membro della famiglia reale. Custodisce alcune reliquie e tesori nazionali e la sua pagoda dalla forma ottagonale alta nove piani è davvero eccezionale. Di rilievo anche il tempio di Sangwonsa, a pochi chilometri da Woljeongsa, eretto nel 705. Ospita una campana bronzea considerata un tesoro nazionale in quanto si tratta della più antica della Corea. Non lontano da Pyeongchang si può visitare il villaggio di Lee Hyo-seok, il luogo natale di uno dei più famosi scrittori coreani, Gasan. Di lui si può visitare la casa, ma vi è anche un mulino ad acqua, un museo e altri edifici storici. A primavera questo luogo diventa una cartolina: i prati si riempiono di fiori mentre le montagne innevate fanno da sfondo.

2512890 image 6
Odaesan national park