Matelica 640x397

Matelica

Sono 27 le località rurali che possono fregiarsi della “Spiga Verde”, il riconoscimento che va ai Comuni rurali più virtuosi nello sviluppo sostenibile dell’ambiente, l’equivalente della Bandiera Blu per le località balneari. I riconoscimenti sono stati annunciati al ministero dell’Ambiente da Confagricoltura e Foundation for Environmental Education Italia (Fee), al termine di un iter condotto da un gruppo di lavoro a cui hanno contribuito anche i ministeri delle Politiche Agricole e dei Beni Culturali, il Comando Unità Tutela Forestale dell’Arma dei Carabinieri, l’Ispra e il Cnr. Le 27 località sono in 11 regioni, due in più rispetto allo scorso anno con la novità di Lazio e Abruzzo. Le Marche, la Toscana e la Campania sono le regioni con il maggior numero di riconoscimenti: la prima con 6 localita’ (Esanatoglia, Grottammare, Matelica, Mondolfo, Montecassiano e Numana), la seconda con 5 (Castellina in Chianti, Massa Marittima, Castagneto Carducci, Fiesole e Bibbona) ex aequo con la Campania (Agropoli, Positano, Pisciotta, Massa Lubrense e Ascea). Seguono, con due località per Regione: il Lazio (Canale Monterano e Gaeta), la Puglia (Ostuni e Carovigno) e la Sicilia (Ragusa e Menfi). Un Comune rurale per ognuna delle restanti Regioni: Piemonte (Alba), Liguria (Lavagna), Veneto (Caorle), Umbria (Montefalco) e Abruzzo (Giulianova).