daniel humm newsgallery2 640x427

Daniel Humm

Dopo appena 10 mesi Massimo Bottura scende dalla cima del ranking mondiale della ristorazione. L’Osteria Francescana di Modena infatti si piazza al secondo posto del The World’s 50 Best Restaurants, svelata a Melbourne, considerata l’Oscar della cucina mondiale. Bottura quest’anno deve “accontentarsi” della seconda posizione, dietro allo svizzero Daniel Humm, chef e comproprietario (con Will Guidara) dell’Eleven Madison Park in Madison Avenue a New York, ironia della sorte il locale dove lo chef modenese festeggiò lo scorso anno dopo essere salito al numero uno. Bottura si può consolare con il primo posto della classifica europea.

Al terzo posto il ristorante spagnolo El Celler de Can Roca di Girona dei fratelli Roca: secondo nel 2016, e primo nel 2015, che tra i locali pluristellati risulta essere anche quello più abbordabile in termine di prezzi (sotto i 200 euro a persona).

In classifica ci sono altri tre ristoranti italiani: il ristorante Piazza Duomo di Alba di Enrico Crippa è in 15/ma posizione, due in più rispetto allo scorso anno, sale di ben 10 scalini, dalla 39/ma alla 29/ma il Le Calandre di Sarmeola di Rubano in provincia di Padova dello chef Massimiliano Alajmo. Entra nella top 50 Niko Romito con il suo Reale di Castel di Sangro (L’Aquila), che rispetto allo scorso anno scala dalla 84esima al 42esima posizione. La Spagna piazza ben tre ristoranti nella top ten mentre Parigi ne ha cinque nella top 50.