Dopo il grande successo dello scorso anno, torna a Bressanone il Festival Acqua e Luce. Fino al 26 maggio protagoniste della manifestazione le tante fontane nel centro storico della cittadina della Valle Isarco, allestite con installazioni di luce e d’arte. 14 artisti provenienti da tutto il mondo reinterpreteranno con le loro 27 installazioni con un filo conduttore: acqua come vita e luce come arte. Grazie al cast variegato, ci saranno installazioni di luce di vario genere che spaziano da oggetti di grandi dimensioni alla tecnologia di video mapping, a film animati sulla superficie dell’acqua. Un percorso segnato da una luce blu tra le numerose fontane di Bressanone fino all’intersezione tra i fiumi Isarco e Rienza. Non a caso Bressanone è definita la città dell’acqua (Vedi articolo del 14 giugno 2017). Il Festival di Acqua e Luce fa parte della rete internazionale “International Day of Light”, proclamata dall’UNESCO. Obiettivi della Giornata internazionale della Luce che si svolgerà a partire da quest’anno ogni 16 maggio, sono il creare un collegamento diretto tra luce, arte e cultura e il preservare il patrimonio culturale.

Luce, arte e cultura non sono solo fattori importanti della “Giornata internazionale della luce“, ma sono in primo piano anche al Festival di Acqua e Luce. Grazie alla combinazione con l’acqua, il Festival sarà quindi qualcosa di speciale, perché è l’unico al mondo che unisce luce e acqua. Oltre ai diversi progetti di luce, parteciperanno al Festival di quest’anno anche le scuole primarie e secondarie del Comune di Bressanone, con un concorso di disegno, e la scuola di grafica e comunicazione che realizzerà un progetto sotto la guida di un artista. Nel concorso di pittura e disegno, gli scolari delle scuole elementari e secondarie hanno avuto l’opportunità di catturare le loro impressioni sul tema “Vivo l’esperienza dell’acqua nei suoi elementi a Bressanone” creando dipinti e disegni colorati. Durante il Festival le 100 migliori opere scelte da una giuria verranno proiettate sulla facciata dell’Hotel Pupp e potranno essere ammirate dai visitatori. Un altro progetto speciale, chiamato “Bang Bike” ravviverà le strade di Bressanone con l’animazione sul tema “L’acqua è vita” degli studenti della Scuola di Grafica e Comunicazione. Le strade che si percorrono e le pareti intorno si trasformeranno in vere e proprie stampe su tela.

Altre due mostre, la prima degli studenti dell’Università di Bolzano con “Progettare l’acqua” con i ragazzi che mostreranno i loro progetti artistici che trattano l’acqua; la seconda allestita presso l’Ente del Turismo di Bressanone da parte dei ragazzi dell’Università di Innsbruck intitolata “Scultura Acqua Potabile”. La Facoltà di Design e Arti dell’Università di Bolzano organizzerà una degustazione di acqua nell’ enoteca Vitis denominata “acqua-0km-wasser”, invitando ogni giorno a partecipare e ad assaggiare i diversi tipi d’acqua che variano in base alle loro vie di trasporto. E con le luci e l’acqua non può mancare la musica: il 21 maggio nello splendido cortile del Palazzo Vescovile il Männergesangverein di Bressanone organizzerà lo spettacolo dal titolo “Spectaculum”. una serata all’insegna del canto, della musica e delle delizie gastronomiche. Il 25 maggio la scuola di musica di Bressanone illuminerà musicalmente il cortile del Palazzo Vescovile con il concerto “Klanglichter”.

Santifaller Photography Spectaculaires Brightness Snow
Bressanone 03
Santifaller Photography Spectaculaires Water bubbles180509 WLF BX HQ 15
bressanone mb  0002fq