Cantina 02 640x427Gnocchetti con i ceci, Fettuccine al Tartufo, Ravioli ricotta e spinaci. Solo a pensarci viene l’acquolina in bocca, ed è solo una piccolissima parte della proposta gastronomica di Cantine nella Roccia, in programma a Tagliacozzo dall’11 al 13 ottobre. Sono tante le specialità locali, cucinate dalle donne e dagli uomini di Tagliacozzo nelle cantine scavate nella roccia nella parte più antica del borgo medievale di “N’Zullaterra”che va dalla chiesa di Santa Maria del Soccorso attraverso Porta Romana, via Valeria fino a Porta Valeria. Ogni cantina ha il nome o il soprannome di uno degli antichi proprietari. Tra le altre proposte abbiamo Pasta e Fagioli, lo Spezzatino di pecora con erbe di montagna, le Zuppe, i taglieri con affettati e formaggi locali, le tradizionali Polpette Cacio e Ova, la Polenta, le Pappardelle al Cinghiale, ma anche tanti dolci come il Tiramisù, i dolci secchi locali, le pizze fritte dolci, le crepes, il Pan dell’Obelisco e i Bignè di San Giuseppe. Il tutto condito da ottimo vino, presente in ogni cantina, a cui si aggiunge la birra artigianale del locale birrificio “Fermento Marso”, il Passito, il Bombardino e i liquori artigianali. Non mancano castagne arrosto e vin brulè.

Cantina 03 640x427Molte le attività collaterali come visite guidate attraverso il borgo medievale o tra la pineta, laboratori gastronomici, proposte di artigianato locale, band itineranti folcloristiche e artisti di strada. In questa edizione vengono introdotti gli ostelli, ovvero la possibilità di pernottare all’interno dell’area festa, in stanze autonome messe a disposizione dagli abitanti, così da poter vivere l’evento sin dalla “COLLAZIONE” anche questa rigorosamente a km 0 e preparata in strada. Per far vivere un’esperienza a 360° attraverso i ricordi di quello che era il nucleo storico del paese marsicano e che con gli anni ha visto spopolarsi sempre più e che per tre giorni invece torna a pullulare di persone, con i fuochi delle case e delle antiche abitazioni che sono tornati ad accendersi, emanando quelli che sono i profumi che per molti abitanti riportano all’infanzia, profumi genuini e sinceri. La festa può essere raggiunta tramite un servizio di navette gratuite che parte dalla centrale P.zza Duca degli Abruzzi con partenze ogni 10 minuti, che porteranno gli ospiti direttamente agli ingressi.