Compie 20 anni “Cheese, la forma del latte”, la manifestazione internazionale dedicata al mondo lattiero-caseario di qualità in programma a Bra, in provincia di Cuneo, dal 15 al 18 settembre. L’evento, organizzato da Slow Food Italia e dalla città di Bra, ogni due anni chiama a raccolta 300 espositori da 23 nazioni e 270.000 visitatori (dati 2015).

Cheese 640x427Al centro di questa 11/ma edizione gli Stati generali del latte crudo, in cui Slow Food riunisce quei caseari che in tutto il mondo continuano a produrre formaggi con latte non pastorizzato rispettando le normative igienico sanitarie. Infatti per la prima volta, il Mercato di Cheese propone solo formaggi prodotti con latte non pastorizzato.

Sotto i riflettori anche i formaggi naturali, ossia prodotti senza l’ausilio di fermenti industriali, presentati in un’area chiamata Spazio Libero. Qui non si discute di solo formaggio, ma anche di birre, salumi senza nitriti e nitrati e pani con lievito made, tutto rigorosamente al naturale. Immancabili, come in tutte le edizioni, gli affineur provenienti da tutto il mondo e i Presìdi Slow Food con prodotti rari che raccontano un immenso patrimonio di pascoli, razze, latti e saperi da proteggere.

Una delle novità dell’edizione 2017 è poi la business area per gli espositori di Cheese, alla quale possono registrarsi non solo buyer internazionali e agenti della piccola e grande distribuzione, ma anche formaggiai, osti, chef e start-up. Ma anche 40 Laboratori del Gusto, appuntamenti di scuola di cucina e cene con grandi chef italiani e internazionali. Cheese è innanzitutto una grande festa, che si snoda per le vie e le piazze di Bra. In arrivo da tutta Italia le Cucine di strada e i Food truck, pronti a proporre le espressioni più golose dello street food.

Nella Piazza della Birra si possono trovare le etichette che più si abbinano alle proposte dei cibi di strada. Non possono mancare la Piazza della Pizza, la Piazza del Gelato e l’area gluten-free Risotto&Pasta. Sono 350 gli espositori provenienti da 52 paesi, 9.000 metri quadri di aree allestite oltre alle tante location del centro di Bra, 16 gli affineur e selezionatori da Belgio, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svizzera e Stati Uniti. 59 i Presidi Slow Food di cui 11 internazionali, sei gli stand regionali, 14 le Cucine di strada e Food truck presenti. Importante anche la presenza di 34 realtà brassicole nella Piazza della Birra, mentre si potranno degustare 140 tipologie di caci nella Gran Sala dei Formaggi e 600 etichette italiane nell’Enoteca.