Le colline dell’Irpinia baciate dal sole e protette dai venti freddi grazie alla vicinanza del Monte Partenio. E’ in questa zona a 600 metri di altezza tra il Territorio del Greco di Tufo e quello del Fiano di Avellino che nascono i vini della Cantina Crypta Castagnara dell’Azienda Agricola Sergio Spiniello.  15 ettari di vigneti da generazioni di proprietà della famiglia Spinello posti nel comune di Grottolella e di Altavilla Irpina, in provincia di Avellino, e che Sergio Spiniello ha voluto commercializzare i frutti del duro lavoro in vigna, puntando su qualità e tradizione grazie alla filosofia di famiglia che è “Il vino buono lo fa in primis la vigna”. Nascono così dei vini che hanno tutto il carattere della gente irpina come il Taurasi Docg, vino nobile per eccellenza vinificato in purezza 100% Vitigno Aglianico, il prestigioso Fiano di Avellino Docg e il Greco di Tufo Docg, vinificati in purezza dalle omonime uve. “Buono, sano e piacevole” ha definito il suo vino Sergio Spinello, titolare della Crypta Castagnara durante la serata di degustazione dello scorso 2 febbraio nel locale “InVenadiVino” di Roma, degustazione accompagnata dai gustosi piatti legati all’Irpinia e al vino della Crypta Castagnara Cantine. Il nome della cantina deriva dall’antica denominazione di Grottolella. Durante l’apericena Sergio Spinello ha raccontato tra l’altro la nascita della cantina: “La nostra famiglia vendeva le uve e il vino sfuso nato sulle colline dell’azienda, ci siamo chiesti, perché non creare una etichetta e commercializzarlo?”. Mai scommessa è stata più vincente; sei le etichette commercializzate: Taurasi Docg, Aglianico Igt, Cretazzo, Greco di Tufo, Fiano di Avellino e Falanghina provenienti dai vitigni Aglianico, Greco di Tufo, Falanghina e Fiano di Avellino.

Crypta 07
Crypta 05

Il Taurasi Docg è un vino che prende il nome dalla cittadina omonima e la sua produzione è consentita nella sola provincia di Avellino e secondo il disciplinare deve essere ottenuto da uve del vitigno Aglianico Irpino. E’ un vino da meditazione che arriva da un periodo di invecchiamento di almeno tre anni, di cui uno in botti di legno. Il Taurasi Docg Crypta Castagnara Cantine viene prodotto solo nelle migliori annate e viene affinato in Barrique di rovere francese con tostatura leggera, così da sviluppare aromi fruttati e floreali. Dal colore rosso rubino, tendente al granato/arancione, corposo, dal sapore pieno, al gusto lascia un sentore di marasca e frutti di bosco. Va servito ad una temperatura tra i 18/20 C° avendo cura di stappare la bottiglia qualche ora prima, perfetto l’abbinamento con i primi piatti con sugo, carni rosse, selvaggina e con formaggi ben stagionati.
Il Campania Aglianico Igt è ottenuto da uve Aglianico con l’aggiunta del 15% di Piedirosso, in dialetto “Per’e Palummo”, piede di Colombo, uva a bacca rossa autoctona. Va servito ad una temperatura di 16-18° e si abbina ai piatti tipici irpini, in particolare arrosti, selvaggina e Formaggi stagionati. Il Cretazzo è un vino rosso vinificato in purezza con Aglianico Doc puro al 100%, riposare per 1 anno in vasche di acciaio e 1 anno in botti di rovere francese da 2 mila litri per non far risaltare troppo il sensore di legno, con ulteriori 3/6 mesi di affinamento in bottiglia. Dal colore rosso rubino profondo, presenta un sapore pieno con sentori di frutti di bosco e va bevuto a una temperatura di 18-20°. Ottimo l’abbinamento con sugo, carni rosse, selvaggina, formaggi stagionati.

Crypta 01 1
Crypta 03

Il Greco di Tufo è uno dei vini tipici della zona, può essere prodotto in soli 8 Comuni della provincia di Avellino ed è è ottenuto dalle uve del “vitigno Greco” originario della Tessaglia in Grecia ed importato in Campania dai Pelasgi. Il Greco Di Tufo Docg – Crypta Castagnara Cantine viene vinificato in purezza, è un vino bianco gradevole ed intenso, dal colore giallo paglierino. E’ un bianco strutturato, non teme il tempo e può essere bevuto anche dopo 2 o 3 anni dalla vinificazione, presenta profumi persistenti che ricordano il fiore di pesco e lascia al palato sentori di mandorla e pesca.  Si sposa bene con gli antipasti di pesce, con i piatti freddi, le fritture di pesce, i crostacei e con formaggi non stagionati. Anche se regge bene il confronto con il locale caciocavallo.
Il Fiano di Avellino Docg è un vino prodotto dalle uve del vitigno Fiano, a cui si possono aggiungere le uve del Greco, Coda di Volpe bianca e Trebbiano Toscano, fino ad un massimo del 15%. Crypta Castagnara ha preferito la vinificazione in purezza del Fiano, che presenta un colore giallo paglierino e aromi intensi mentre al palato ricorda la nocciola tostata. Il Fiano di Avellino Docg si può apprezzare fino a 3 anni dalla vinificazione, ed è indicato come il Greco di Tufo con pesce, carni bianche e formaggi non stagionati.

crypta castagnara vini campaniok 1
crypta castagnara vini

Il Falì di Crypta Castagnara Cantine viene vinificato in purezza da vitigno Falanghina, è un vino giovane e fresco che presenta all’olfatto un odore parzialmente fruttato ed è particolarmente apprezzato come aperitivo. Vino dal color giallo paglierino chiaro, persistente al gusto, profumo fruttato con note di mela verde e va servito a una temperatura massima di 10°. Ma l’azienda di Sergio Spiniello ha in serbo una sorpresa: tra pochi mesi verrà presentata un’etichetta speciale che va a “raccogliere” le annate speciali come il 2015 o il 2017. Il primo ad essere commercializzato sarà un Aglianico del 2015, una delle migliori annate. Ma la Crypta Castagnara Cantine offre anche la possibilità di prenotare una visita in cantina dove sarà possibile nella sala Degustazioni assaggiare i vini prodotti, ma anche fare un tour tra i vigneti, la Bottaia dove vengono lasciati riposare i vini rossi di Crypta Castagnara Cantine in botti grandi da 50 Hl, Barrique e Tonneau tutti di Rovere Francese di media tostatura e la zona Vinificazione della Crypta Castagnara, un viaggio nella storia della famiglia Spiniello e dell’enogastronomia campana, tra vino d’eccellenza e prodotti tipici irpini.

Crypta 08
Crypta 06