ARgent 1 1024x661Violenza e stupidità non conoscono confini, purtroppo. Quello pasquale è stato un weekend calcistico macchiato da episodi shock in ogni angolo del Globo. Il più grave in Argentina, dove Emanuel Balbo, un tifoso di appena 22 anni, è morto dopo essere stato gettato nel vuoto durante la partita Belgrano-Talleres. Secondo una prima ricostruzione il giovane è stato brutalmente picchiato e lanciato oltre la balaustra perché tifoso della squadra avversaria. Ipotesi però smentita dal padre del ragazzo:”aveva riconosciuto Oscar Gomez, l’assassino di suo fratello” h
a dichiarato il genitore della vittima, deceduta dopo un volo di 10 metri. Lo stesso Oscar Gomez che nella notte si è costituito. Rischia una condanna di 35 anni per omicidio aggravato. Fortunatamente nessun morto in Corsica, dove è stata solo sfiorata la tragedia durante Bastia-Lione, con i giocatori ospiti aggrediti già durante il riscaldamento da alcuni ultrà locali. Posticipato di un’ora, il match è stato poi definitivamente sospeso all’intervallo, quando è scattata una nuova rissa che ha coinvolto lioneanche alcuni steward e addirittura un dirigente del club corso, denunciato. Il Bastia, già ultimo in classifica, rischia ora la retrocessione. Giovedì la commissione disciplinare emetterà il verdetto, probabile sconfitta a tavolino e porte chiuse per le ultime due gare interne. Sotto shock anche la civile Danimarca, dove topi morti sono stati lanciati in campo durante l’acceso derby Broendby-Copenaghen. Il macabro episodio è avvenuto a cinque minuti dal termine, quando il giocatore ospite
Augustinsson stava per battere un corner sotto il settore degli ultrà di casa. Torna così in mente la testa di maiale lanciata dai tifosi del Barcellona a Luis Figo durante il Clasico del 2002 con il Real Madrid. Tutto il mondo è paese.danima 2

danima