Fino al 2 settembre il Gran Sasso fa da scenario naturale al ricco calendario di eventi a 3.000 metri di quota in programma durante il Festival del Gran Sasso in Abruzzo. La manifestazione, giunta alla sua quinta edizione, offre un cartellone di 200 eventi realizzati in collaborazione con operatori turistici, associazioni e produttori del territorio, invitando gli amanti della montagna e delle attività all’aria aperta a scoprire da vicino tradizioni, specialità gastronomiche locali e ad immergersi tra le bellezze di una delle aree più verdi d’Europa. Fino al 12 agosto in occasione della Gran Sasso Open Week – il progetto ideato all’interno del Festival del Gran Sasso e sostenuto dal DMC Gran Sasso, L’Aquila e Terre Vestine – un consorzio di operatori ha organizzato oltre 40 eventi e attività invitando i partecipanti a visitare il vasto territorio montano del Gran Sasso, godendo degli itinerari di montagna e di quelli del gusto.  Giovedì 9 agosto saranno protagonisti il verde e la gastronomia: si potrà scegliere tra l’itinerario del gusto nella valle del Tirino, in uno dei distretti più suggestivi del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, alla scoperta dell’antico frantoio nella località di Santa Pelagia e un’escursione in canoa lungo il fiume per ammirare la ricca fauna e la vegetazione rigogliosa e gustare un aperitivo al tramonto lungo le sponde del Tirino.

Valle del Tirino

Si proseguirà venerdì 10 partendo al mattino alla volta della piramide Rocciosa del Monte Cefalone per salire lungo la cresta del Portella da cui ammirare la bellissima vista sul Corno Grande e la val Maone, mentre la sera a Fonte Cerreto lo sguardo sarà rivolto verso il cielo per ammirare le stelle cadenti di S. Lorenzo. Numerose le iniziative previste anche per il weekend: da pedalate in bici elettrica per tutta la famiglia, a passeggiate al trotto con cavalli e pony, per i più piccoli, nei dintorni di Fonte Cerreto, fino a sessioni di yoga nel bosco e laboratori creativi per realizzare collage naturali e quadretti decorati con gli elementi raccolti sul posto. Sabato 11 si terrà inoltre una sessione di trekking e fotografia diretta al Rifugio Duca degli Abruzzi e al Monte Portella, una serata jazz ed un’escursione notturna verso Rocca Calascio, una delle rocche più belle del mondo che offre uno scenario montano unico e suggestivo per tutta la famiglia. La Gran Sasso Open Week terminerà domenica 12 tra sessioni di birdwatching ed escursioni fotografiche sul Gran Sasso, avventure in canoa lungo il fiume Tirino, serate di musica country e la proiezione all’aperto del documentario della BBC Earth FIlms “Earth, un giorno straordinario”.

Rocca di Calascio

Il Festival del Gran Sasso proseguirà però con altre tre settimane di eventi tra sessioni di trekking in alta montagna, escursioni notturne sul “Tetto d’Italia” e pedalate al tramonto. Per i più golosi non mancherà l’occasione per gustare le prelibatezze abruzzesi: il 18 e 19 agosto appuntamento a Navelli per la 42ma Sagra dei ceci e dello zafferano, mentre durante il weekend degustazione gastronomica a Santo Stefano di Sessanio e Sagra della patata a Barisciano. Non mancano gli appuntamenti per i veri appassionati di botanica con l’iniziativa “Parco in Fiore” a Capestrano che li condurrà in una passeggiata tra le steppe alla ricerca del Goniolimon italicum, una specie rarissima e unica al mondo presente nelle conche interne aquilane. L’ultima settimana del mese gli amanti del cinema e della musica saranno invece invitati a partecipare allo Strano Film Festival di Capestrano, il primo festival di cinema dedicato alla cultura della terra e di chi la lavora, e al festival “Sulle Ali del Canto” tra canti popolari e tradizioni antiche.

Il programma completo è disponibile sul sito www.festivaldelgransasso.it e alla pagina Facebook facebook.com/festivaldelgransasso

1696 Santo Stefano di Sessanio AQ panorma