Torna dal 29 settembre al 1 ottobre per la seconda edizione “Gusti.a.Mo.17”, la manifestazione che unisce il buono e il bello del territorio modenese: promuovere i prodotti di eccellenza agroalimentare e allo stesso tempo le bellezze storico-artistico-culturali. Location dell’evento ovviamente Modena, nella centralissima Piazza XX Settembre. Showcooking, degustazioni di prodotti tipici, una degustazione narrativa sensoriale a cura di Koiné, aperitivi in musica con i panini di Daniele Reponi e laboratori per bambini, ma anche un interessante talk show, il venerdì 29 alle 17,30 a Palazzo dei Musei di Modena dal titolo “Navigando tra cibo e arte del Territorio”, per ribadire l’importanza della relazione cibo-territorio-cultura: tre importanti driver per il rilancio, anche economico, del sistema Italia. Il richiamo altresì al linguaggio della rete web introduce una ulteriore sinergia all’interno dell’evento, ovvero quella con la manifestazione After Futuri Digitali – Modena Smart Life, che si terrà a Modena negli stessi giorni di Gusti.a.Mo17.

Gusti.a.Mo17 sarà per una parte anche itinerante, con le strutture aperte del territorio che tutti gli appassionati di enogastronomia potranno visitare nei due giorni con il “Passaporto del Gusto” il quale dà l’accesso presso i produttori inseriti negli appositi percorsi di degustazione studiati con Modenatur, partner della manifestazione insieme al Consorzio Modena a Tavola con i suoi ristoranti. Si va dalla visita alle Acetaie, ai Prosciuttifici, alle cantine dove si produce il Lambruso fino ai caseifici di Parmigiano Reggiano che nello stesso fine settimana organizzano ‘Caseifici Aperti’.

E sempre Modenatur, per valorizzare il patrimonio artistico culturale del territorio, in occasione di Gusti.a.MO17 ha messo a punto un itinerario –che comunque sarà attivo tutto l’anno – per gustare il meglio di Modena tra sapori, arte e motori e che abbina il lato culturale della visita a quello degustativo, proponendo oltre alle visite nei luoghi di produzione di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop/Aceto Balsamico di Modena IGP,  Formaggio Parmigiano Reggiano Dop,  Lambruschi modenesi dop,  Prosciutto di Modena DOP, anche una visita guidata sulle tracce delle opere d’arte in cui il cibo è protagonista partendo dal complesso monumentale di Piazza Duomo di cui ricorre altresì il ventennale del riconoscimento come sito Unesco, ai Musei Civici al Palazzo Ducale di Modena, alla Galleria Estense, alla Casa Museo di Luciano Pavarotti, al Museo Enzo Ferrari di Modena.

Modena
Prosciutto di Modena
Balsamico 04