Lo scultore italiano Cesare Catania si sta consacrando sulla scena artistica internazionale. Dopo gli elogi ricevuti dalla rivista inglese Luxury News, Catania ha recentemente esposto la sua ultima creazione (nella foto) nel Principato di Monaco. “Con questa opera – spiega l’artista – ho voluto provare a superare le barriere visive che obbligano le persone affette da sindrome di Dalton a vedere una realtà differente da quella comune, ma non per questo meno attraente”.

CATANIA La Bocca dell   Etna     E Version 480x480Si tratta di una scultura in silicone e acciaio intitolata La Bocca dell’Etna – E Version, concepita e realizzata da Cesare Catania proprio per enfatizzare i caratteri visivi delle persone affette da sindrome di Dalton. Per la prima volta in arte contemporanea, l’artista valorizza la propria opera plasmandola sullo spettro visivo dei daltonici (più di 300 milioni di persone nel mondo).

“Lo stesso Vicent Van Gogh, maestro indiscusso nell’uso del colore, era daltonico – rammenta Catania -. Sinceramente non vedo il daltonismo come un difetto: lo definirei più una caratteristica. Non c’è cosa più affascinante che pensare alla propria opera d’arte che cambia colore a seconda del punto di vista da cui la si osserva. Lo stesso Andy Warhol aveva sperimentato con la sua Marilyn Monroe come, pur cambiando la tavolozza dei colori, l’icona del mito americano rimaneva inalterata”.

Traendo ispirazione dalla sua precedente opera del 2014 La Bocca dell’Etna – A Version, Cesare Catania ha realizzato quest’anno quattro sculture in ferro e silicone con gli stessi soggetto e titolo dell’opera creata tre anni fa. Chiara la rappresentazione del cratere del vulcano siciliano, rivisitato dall’artista in chiave scultorea con quattro diverse varianti cromatiche: rosso fuoco, nero-vinaccia, nero-verde e, appunto, questa ultima bianco-gialla.