2016 06 Foto Fabio Veronesi 640x446Togliere quanto più possibile traffico merci dalle strade per portarlo su ferro. E’ la scommessa intrapresa a inizio 2017 da Mercitalia, il raggruppamento delle Società del Gruppo FS Italiane che operano nel trasporto merci e nella logistica. E dopo un anno di esercizio sono sulla buona strada per vincerla. Nel Piano Industriale 2017-2026 presentato a gennaio 2017, l’obiettivo di Mercitalia era di risanare il settore merci dei FS Italiane, che generava perdite di 155 milioni di euro. Già dopo il primo anno di attività le perdite sono dimezzate. “Puntiamo ad avere nel 2020 un utile – ha detto l’Amministratore Delegato di FS Italiane, Renato Mazzoncini – “Il nostro obiettivo nel 2017 era quello di raggiungere un cash flow positivo e lo abbiamo raggiunto con un Ebitda di 35 milioni mentre era negativa per 30 milioni nel 2016. Puntiamo nel 2018 a un Ebit positivo, nel 2019 ad un pareggio di bilancio. Per il cargo e la logistica, poi, abbiamo previsto – ha concluso – investimenti per 1,5 miliardi di euro. Grazie al rafforzamento dell’intermodalità e allo sviluppo dei mercati, offrendo trasporti ad alto valore aggiunto, riusciremo a raggiungere nel 2026 ricavi per 2,1 miliardi”.  Infatti il Piano Industriale prevede 1 miliardo di euro di investimenti in acquisto di nuovi locomotori e carri, oltre 100 milioni per i terminal di Piacenza, Milano Smistamento e Brescia, 100 milioni per l’information technology & sicurezza e circa 250 milioni in acquisizioni di aziende per espandere il business. Un’attenzione particolare verrà dedicata al rilancio delle attività internazionali che hanno il punto di forza in Tx Logistik, la società del Polo con base in Germania. Proprio in quest’ottica è stata annuciato l’avvio dal prossimo 10 dicembre dello “Swiss Corridor” di TX Logistik Svizzera. Con sede a Basilea, TX Logistik dal 10 dicembre garantisce i servizi di trazione ferroviaria a tutte le Società del Polo Mercitalia attraverso i Corridoi ferroviari del San Gottardo e del Lötschberg che mettono in comunicazione il nord Europa con l’Italia. Il nuovo servizio prevede inizialmente 20 coppie di treni a settimana che collegheranno i terminal italiani di Pomezia, Melzo e Milano Smistamento con Mannheim e Duisburg in Germania, Venlo in Olanda e Liegi in Belgio. “Nel suo primo anno di attività il Polo Mercitalia – ha sottolineato Marco Gosso, Direttore Generale di Mercitalia Logistic – ha centrato, per risultati economici e industriali ottenuti e per investimenti effettuati, gli obiettivi indicati nel Piano industriale per il rilancio del settore cargo e logistica del Gruppo FS Italiane. Con il nuovo servizio Swiss Corridor le società del Polo Mercitalia presidieranno con maggiore efficienza ed efficacia tutti i fattori produttivi del trasporto merci, da origine a destinazione, garantendo così ai clienti, sul Corridoio ferroviario Reno-Alpi, standard qualitativi ancora più elevati”.