IMG 2053 1 640x427L’Europa è pronta a tornare a volare dopo il blocco dei voli per la pandemia di Covid-19, anche se per il momento non per turismo. Tutti passeggeri dovranno rispettare le norme di sicurezza sanitaria, quindi mascherine obbligatorie e sempre indossate e controllo della temperatura corporea all’imbarco. Alitalia, che durante il lockdown ha ridotto drasticamente l’operativo, non ha ancora annunciato una vera e propria ripartenza. Ad influire le trattative per la nuova società nazionalizzata con un piano di riduzione degli aerei che saranno 92, 31 per i voli nazionali, 61 per quelli con l’estero con una buona fetta per il lungo raggio.

Tra i giganti europei dei cieli, Lufthansa ha ridotto del 90% la sua attività ed è pronta a raddoppiare dagli 80 aeromobili attuali a 160 gli aerei da far volare ogni giorno dal 1° giugno insieme alle controllate Brussels Airlines e Swiss. L’olandese KLM ha ripreso nei giorni scorsi i voli da e per l’Italia mentre Ryanair, la più grande low cost europea, riprenderà il 40% del proprio operativo a partire del primo luglio dopo il blocco totale dell’attività. Ma la compagnia aerea irlandese ha già fatto sapere ai propri passeggeri che oltre alle mascherine obbligatorie, per andare in bagno dovranno chiedere l’autorizzazione all’equipaggio e non potranno alzarsi liberamente. L’altra grande compagnia low cost, EasyJet ha annunciato che il blocco totale dei voli sarà prorogato almeno fino a giugno non annunciando una data precisa sul ritorno alle operazioni.

IMG 8024 640x427Air France a maggio ha effettuato alcuni voli “spot” tra Parigi e Roma per incrementare le frequenze a giugno. La britannica British Airways ha annunciato il via ai collegamenti con l’Italia dal primo giugno inizialmente per Roma Fiumicino e Milano Linate, successivamente anche con Venezia e Bologna. Anche le compagnie del Medio Oriente hanno annunciato la ripresa dei voli con l’Italia. Qatar Airways, che anche in aprile ha fatto 4 voli la settimana tra Doha e Roma Fiumicino, prevede la riapertura del collegamento su Malpensa dal 20 maggio, con tre frequenze la settimana. Emirates ha annunciato la ripresa di una serie di collegamenti di lungo raggio dal 21 maggio, tra cui anche il volo da Dubai a Malpensa. Rimangono sospesi i voli tra l’Italia e gli Stati Uniti. Le prime a interrompere i collegamenti sono state le compagnie americane, Delta, American Airlines e United. Alitalia ha interrotto l’ultimo volo rimasto, da Roma a New York JFK, dal 5 maggio fino al 31 maggio. Ma ancora non si sa se lo riprenderà a giugno.