Matera 03 640x426Fuochi d’artificio, tanta musica tra le vie cittadine con le bande musicali di tutti i 131 comuni della Basilicata e una cerimonia alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e del premier Giuseppe Conte. Così Matera ha inaugurato sabato 19 gennaio l’anno in cui è Capitale Europea della Cultura 2019, prendendo il testimone da La Valletta. 48 settimane di eventi fino al prossimo 20 dicembre che animeranno la “Città dei Sassi”. Ogni giorno sarà possibile visitare una delle tantissime mostre allestite, assistere ad uno spettacolo dal vivo, passeggiare attraverso percorsi naturali attrezzati e allestiti in maniera originale. Quattro grandi mostre racconteranno Matera e la Basilicata dal passato al futuro: “Ars Excavandi” sulle città rupestri nel mondo dal 19 gennaio; “Rinascimento visto da Sud” incentrata sulle più importanti emergenze culturali dal 19 aprile; “La poetica dei numeri primi” sulla scienza e la matematica con un focus su Pitagora dal 21 giugno e “Stratigrafie. Osservatorio dell’Antropocene” che indaga la nuova era geologica definita dalle azioni dell’uomo dal 6 settembre. A questi primi quattro capitoli corrispondono poi oltre 60 progetti originali, più di uno per settimana, metà realizzati dalla scena creativa lucana in collaborazione con partner europei e metà provenienti dal resto d’Europa in collaborazione con partner locali: un mix che unisce tradizione e innovazione, mondo analogico e mondo digitale.

Matera 02 640x427Cinque le tematiche dell’evento: “Radici e percorsi”, “Continuità e rotture”, “Futuro remoto”, “Utopie e distopie” “Riflessioni e connessioni”.  Le strade di Matera saranno illuminate ogni sabato dal progetto Social Light che, riprendendo la tradizione delle luminarie, illumina 15 punti della città. Un itinerario all’aperto tracciato da 200 opere di Salvador Dalí arricchirà piazze e vicoli. Le opere più piccole saranno ospitate all’interno del complesso rupestre di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci. Si potranno scoprire angoli inediti di Matera con il progetto Padiglioni Invisibili e la rifunzionalizzazione di alcuni spazi ipogei nel cuore dei Rioni Sassi, con una serie di eventi e mostre che contribuiscono alla dinamizzazione degli stessi ambienti ipogei, recuperati e restituititi alla pubblica fruizione. Ci sarà spazio anche per la gastronomia con Breadway, un festival di food e design atteso per giungo e che ripercorre la filiera che conduce alla preparazione del pane. Ogni giorno il quartiere Piccianello si animerà con performance artistiche, spettacoli, stazioni narrative, installazioni, workshop e laboratori per cittadini e visitatori. Non mancheranno concerti nei teatri e all’aperto, letture e rappresentazioni artistiche live aperte a tutti e per tutto il 2019. Per seguire le varie manifestazioni si potrà acquistare il “Passaporto 2019” che, al costo di 19 euro, permetterà di assistere a tutte le manifestazioni e di acquisire la cittadinanza temporanea. Ogni comune della Basilicata, inoltre, potrà essere “Capitale per un giorno”, organizzando iniziative in linea con valori e temi di “Matera 2019”.