Merano primavera 01 640x426Sono numerose le iniziative organizzate dall’Azienda di Soggiorno di Merano per l’arrivo della Primavera che fanno da cornice al secondo Merano Flower Festival che presenterà una prestigiosa e vivace mostra mercato delle piante e dei fiori accompagnata da un ricco programma di contorno. La “Primavera a Merano” valorizza lo straordinario patrimonio di cui Madre Natura ha dotato il territorio. Così, vari luoghi del centro tornano a essere esaltati dalle “figure floreali”, realizzate principalmente dalla Giardineria e dal Cantiere comunale, due team che ogni anno con maestria ricamano per la città un vestito fresco e sorprendente. Presso la cascatella della passeggiata Gilf, la mitologica figura di Atlante si trova in compagnia del picchio, del serpente e dell’aquila. Il Lungo Passirio si caratterizza per l’uovo gigante, il campanile del Duomo di San Nicolò e la rappresentazione dei segni zodiacali. Altri allestimenti abbelliscono Tirolo (le figure in ligustro dell’aquila e della tartaruga, le colorate isole di fiori nel laghetto del parco Burglehen), Scena (le panchine artistiche), Naturno (la grande aiuola dei tre mountain biker). Tra uno spunto e l’altro, originali momenti di relax nel cuore urbano meranese vengono offerti dalle sdraio sotto gli ombrelloni di glicine e – una novità – dalle amache, collocate sulla Passeggiata Lungo Passirio e nella parte posteriore di parco Elisabetta.

Il momento clou della Primavera a Merano è il Merano Flower Festival in programma dal 25 al 28 aprile. La seconda edizione dell’evento si terrà sulla Passeggiata Lungo Passirio che ospiterà la mostra mercato dei fiori e delle piante ornamentali. Attorno ad essa, accessibile gratuitamente, si sviluppo un ricco programma di iniziative. A parco Moser il “Divano Verde” manderà in scena approfondimenti con esperti del verde e autori di libri di settore. I visitatori si troveranno immersi in un’atmosfera di bellezza e armonia primaverile in cui il Regno Vegetale diventa protagonista. Potranno Merano primavera 02 640x425passeggiare tra i fiori, chiacchierare con selezionati florovivaisti italiani e stranieri, acquistare i fiori più nuovi e tante piante preziose, rare e di difficile reperimento sul mercato. Ma anche partecipare a stimolanti workshop rivolti a tutta la famiglia.Anche l’architettura del paesaggio a un ruolo centrale nel Flower Festival. La paesaggista Silvia Ghirelli curerà un allestimento che esprimono l’incontro fra gli stili architettonici meranesi, un percorso ideale attraverso le differenti culture. Alberi dalla forte simbologia saranno come “legati” fra loro per creare un unico racconto. Non ultimo, al Flower Festival non poteva mancare il coinvolgimento dei magnifici Giardini di Castel Trauttmansdorff, la cui mostra speciale quest’anno è dedicata alle piante carnivore. La mostra “Piante Killer – Le carnivore verdi” sarà accompagnato da workshop tematici e, l’1 e 2 giugno, dal 22° Meeting Nazionale dell’Associazione Italiana Piante Carnivore (AIPC).