Regali enogastronomici e acquisti per pranzi e cenoni. E’ questa la voce più pesante del budget che le famiglie italiane destinano alle feste di fine anno con una spesa complessiva per imbandire le tavole del Natale e del Capodanno di 4,4 miliardi di euro, il 2% in piu’ dello scorso anno. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti “Il Natale sulle tavole degli italiani” presentata nel primo fine settimana utile per scegliere i menu e fare gli acquisti dopo l’arrivo della tredicesima per oltre 30 milioni di italiani per un importo stimato in circa 40 miliardi di euro.  Per cibo e bevande durante le festività il 71% degli italiani prevede di spendere come lo scorso anno, il 12% pensa di tagliare mentre il 14% l’aumenta.  Il costo maggiore della spesa alimentare è destinato ad arricchire di pietanze le tavole del Natale che ben l’88% degli italiani consumeranno nelle case. Sono ancora molti però gli italiani (43%) a destinare la tredicesima al pagamento di tasse, mutui, rate e bollette.
Il costo maggiore della spesa alimentare è destinato ad arricchire di pietanze le tavole del Natale che ben l’88% degli italiani consumeranno nelle case. La piu’ valida alternativa ai pranzi e ai cenoni casalinghi delle feste restano gli agriturismi dove sono attesi circa 800mila i vacanzieri per Natale e/o Capodanno con un aumento stimato del 6% anche se soffrono le aree colpite dal terremoto tradizionalmente vocate per le vacanze in campagna. Quasi un italiano su quattro ha scelto di acquistare prodotti tipici dei territori colpiti dal sisma. A vincere, come fa notare la Coldiretti, sono i prodotti Made in Italy con l’abbandono delle mode esterofile del passato. “Acquistare prodotti italiani significa anche sostenere il lavoro, l’economia e il territorio”, afferma il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nel sottolineare che “l’agricoltura e l’alimentazione sono tra gli elementi di distintività del Paese che possono offrire un grande contributo ad una ripresa sostenibile e duratura che fa bene all’economia all’ambiente e alla salute”.