Migliora il mare italiano. Salgono infatti a 342 le spiagge sulle quali sventolerà la Bandiera Blu assegnata dalla Foundation for Environmental Education. La Liguria si conferma regina del mare eccellente arrivando a 27 località (con 2 nuovi ingressi), seguono come lo scorso anno la Toscana con 19 località e le Marche con 17. Sono 32 i criteri per l’assegnazione delle bandiere. Ovviamente il principale è la validità delle acque di balneazione, che devono essere “eccellenti” secondo regole più restrittive rispetto alle norme nazionali. Inoltre si valutano altri elementi come l’efficienza della depurazione, la raccolta differenziata, aree pedonali, piste ciclabili, aree verdi e arredo urbano, servizi di spiaggia, educazione ambientale, strutture alberghiere e sanitarie e così via, con un occhio alla pesca. Rispetto al 2016 la situazione è migliorata, si è saliti da 293 spiagge doc a 342 con 11 comuni in più interessati. 67 gli approdi premiati che hanno risposto ai requisiti richiesti. Aumentate anche le bandiere per i laghi con il Trentino Alto Adige che raggiunge quota 10 e raddoppia rispetto all’anno scorso; 1 va alla Lombardia e 2 al Piemonte. Quest’anno hanno fatto ingresso nella classifica delle acque più blu Camogli e Bonassola in Liguria, Giulianova e Roseto degli Abruzzi in Abruzzo, Roseto Capo Spulico e Soverato in Calabria, Sapri in Campania, Santa Teresa di Riva in Sicilia. Per quanto riguarda i laghi, il Trentino si aggiudica Baselga di Pinè, Bedollo, Bondone, Lavarone, Sella Giudicarie. Escono invece Cattolica in Romagna e Petacciato in Molise.

Questo l’elenco completo delle Bandiere Blu 2017

 

Camogli
Roseto Capo Spulico