FrankenBierFest 02 640x427Torna a Roma dal 12 al 14 aprile il FrankenBierFest, l’evento che celebra la cultura, la storia e la tradizione brassicola della Franconia. Nella consueta location della Limonaia di Villa Torlonia, verranno proposte le eccellenze birrarie della regione tedesca che vanta la più grande concentrazione di microbirrifici al mondo per chilometro quadrato. L’evento porterà a Roma le birre di questo territorio rimasto fermo nel tempo, situato a nord della Baviera, che rappresenta il vero fulcro della birra artigianale tedesca. In particolare la regione vede la massima quantità di produttori nell’Alta Franconia, l’Oberfranken, dove sopravvivono ancora oggi 200 birrifici, dei circa 300 totali della zona. La particolarità di queste produzioni sta nell’uso di ricette tramandate di padre in figlio, in attività rurali e tradizionali che passano di generazione in generazione. Spesso anche le strumentazioni dei birrifici sono quelle originali di secoli fa e le materie prime sono rigorosamente locali. Le birre sono realizzate in quantità limitatissime per un consumo locale e spesso non valicano i confini territoriali; proprio per questo sono prodotti rari, unici e di grande qualità, dal gusto rustico ma con una personalità decisa. Il FrankenBierFest si pone come obiettivo quello di porre in evidenza una cultura birraria di indubbio valore, portando a Roma delle eccellenze introvabili e divenendo un appuntamento imperdibile per i cultori di birra artigianale. Un viaggio di tre giorni che si snoderà in una rassegna di queste produzioni brassicole. La loro selezione è curata da Manuele Colonna, esperto conoscitore della Franconia: “

Tra le birre in degustazione le tradizionali Kellerbier, Rauchbier, Pils e Bockbier stagionali, in un percorso nel gusto e nella tradizione, dai più piccoli villaggi fino a Bamberga, fulcro della produzione brassicola francone. Città di grande rilievo storico, culturale e architettonico, Bamberga vanta ancora una decina di birrifici attivi sul suo territorio, che un tempo ne ospitava circa 70. La scomparsa di molte di queste attività rende ancora più prezioso il patrimonio storico che resiste ancora oggi, in una regione in cui il mondo della birra artigianale fa parte della vita quotidiana delle persone che vivono nei villaggi. Gli abitanti, infatti, che in media consumano più di 300 lt di birra l’anno (su una media di soli 30 lt), si ritrovano nelle cosiddette Gäststatte, delle vere e proprie locande dove possono bere le FRANKENBIERFEST 01 1 640x480produzioni del luogo servite accanto a piatti tipici della tradizione locale. Grande novità di quest’anno sarà la possibilità di degustare delle birre realizzate in stile francone da produttori nostrani e non. Durante il FrankenBierFest si potranno conoscere, in questo modo, non solo i prodotti della tradizione della regione tedesca, ma anche le loro interpretazioni create dai birrai italiani (fra cui Elvo, Altavia, Mukkeller, Birrificio Italiano) e internazionali. Sarà presente anche Henok Fentie di Omnipollo, noto per le sue provocazioni birrarie, che presenterà al FrankenBierFest la sua Lucy Helles Lager realizzata con O/O, ospite dell’evento con le sue produzioni in stile. Altro grande nome del festival sarà Stigbergets, che porterà il meglio delle sue Lagerbier. Non manca la gastronomia, in stile tradizionale francone, e offrirà una vasta gamma di piatti tipici della tradizione tedesca, da abbinare alle birre in degustazione.