IMG 0634 640x427S7 crede nello sviluppo del mercato italiano. Lo ha assicurato Marzio Scamolla, country manager della compagnia aerea russa durante la presentazione all’Ara Pacis di Roma del programma 2018 di S7 insieme ad ADR. Da dicembre S7 collega l’aeroporto di Fiumicino con Mosca Domodedovo con un volo giornaliero, schedulato con un A320. Roma non è l’unico scalo italiano di S7, che vola anche su Verona, Torino, Genova, Napoli, Pisa e Catania, network che però sarà ampliato per l’estate, come ha spiegato Scamolla: “In Italia operiamo voli su sette destinazioni e presto apriremo per la stagione estiva anche Bari, Cagliari e Olbia in modo da porci come la compagnia leader per il mercato russo per capillarità e frequenze offerte”. Mercato russo che per ADR è molto importante con 600 mila passeggeri l’anno e un aumento del traffico del 6% nel 2017. “La nuova connessione giornaliera è frutto di un lavoro portato avanti con S7 da molti mesi, proprio per rispondere alla domanda di traffico potenziale di questa particolare rotta” ha detto Fausto Palombelli, Chief Commercial Officer di ADR. Aeroporti di Roma che sono pronti ad accogliere i turisti dalla Russia: cartellonistica, indicazioni, app e minisito in lingua russa oltre alla spettacolare vetrina di prodotti made in Italy agli imbarchi del nuovo Molo E. S7 è stata nominata come migliore compagnia russa, nata 26 anni fa nel 2017 ha trasportato oltre 14 milioni di passeggeri. Giovane è la flotta, formata da A319, A320, A321, 737-800 ed Embraer ERJ-170 oltre al nuovo A320 Neo, con una età media di 9 anni. Flotta che entro il 2019 dovrebbe arrivare a 95 aerei. S7 garantisce inoltre, in occasione dei Mondiali di calcio che si svolgeranno a giugno proprio in Russia, coincidenze dall’hub di Mosca verso tutte le sedi dove si svolgeranno le gare.