Se negli anni ‘70/80 quando la serie tv “Wonder Woman” diventò un cult, la principessa Diana di Themyscira era l’icona femminista per eccellenza in un mondo di supereroi al maschile dominato da Batman e Superman, oggi i tempi sono cambiati. La Wonder Woman che vediamo al cinema è infatti una eroina senza genere, almeno secondo l’attrice ed ex modella Gal Gadot , ex miss Israele, che le presta volto e corpo, sul grande schermo: “Vorrei che tutti si identificassero nel mio personaggio – ha detto l’attrice – donne, ragazze e anche uomini”.

wonder woman foto 2

Del resto nella società di oggi le donne di strada ne hanno fatta eccome in termini di parità di diritti con l’altro sesso, anche al cinema, basti pensare all’universo Disney dove i cartoon, da qualche anno a questa parte, sono dominati da principesse guerriere che salvano il loro popolo. L’uomo ha più spesso il compito di accompagnarle e aiutarle a scoprire la loro vera natura. Succede anche nel film Wonder Woman, dove il protagonista maschile, l’attore Chris Pine, è un pilota americano che incontra per caso la principessa delle amazzoni Diana facendole scoprire il suo vero destino: trasformarsi in una donna invincibile che salverà il mondo dalla guerra. “Sono interessato ai film sui superpoteri– ha detto l’attore statunitense noto per aver ricoperto il ruolo del capitano Kirk negli ultimi capitoli di Star Trek – in generale amo interpretare personaggi che provano ad essere brave persone, che cadono e si rialzano, insomma che si avvicinano agli uomini comuni. In questo film sono onorato di aver fatto da spalla ad una attrice come Gal Gadot”

Il film parte dall’infanzia della principessa delle amazzoni Diana, bambina ribelle e guerriera, cresciuta in un’isola protetta dal mondo e addestrata per essere una combattente invincibile. Quando un pilota americano precipita sull’isola e le racconta di una guerra mondiale tra gli uomini, Diana decide di lasciare la sua patria per cercare di fermare il conflitto. Dal fumetto del 1941 che creò Wonder Woman e dalla serie tv degli anni ’70/80 che la consacrò al mito, di tempo ne è passato, ma il look della eroina è rimasto sempre lo stesso: capelli neri al vento, armata di scudo, spada, lazo e con l’inconfondibile cerchietto dorato in testa. In questo film vediamo Wonder Woman andare a cavallo, usare spade come un samurai, schivare proiettili, salire su un bombardiere trimotore in corsa. Gal Gadot si è dovuta sottoporre ad un allenamento molto intenso per questo ruolo “Ho iniziato mesi prima delle riprese ad allenarmi diverse ore in palestra, con esercizi fisici ma anche coreografie di guerra. Il mio corpo non doveva apparire debole, ma forte e pieno di potere”. Un comic movie al femminile molto atteso che spera di non deludere le aspettative di milioni di fan. L’attrice protagonista, che era già apparsa come Wonder Woman nel film Batman vs Superman è felice di aver vissuto una esperienza unica “Volevo che il mio personaggio trasmettesse calore, che fosse pieno di amore e comprensione per il mondo. All’inizio l’impresa mi sembrava quasi impossibile, mi sentivo come una bambina che doveva scalare una enorme montagna, poi ce l’ho fatta”.