Oltre 700 km di piste, da quelle più note quali Roccaraso, Rivisondoli, Campo Felice, Ovindoli, passando per la leggendaria stazione del Gran Sasso di Campo Imperatore, e arrivando alle località di Pescasseroli, Passolanciano, Majelletta, Campo di Giove e Prati di Tivo. E’ la montagna d’Abruzzo, pronta a inaugurare l’8 dicembre la stagione 2018/2019 della neve. Nelle 21 località turistiche e 9 comprensori sciistici è possibile praticare ben 11 discipline dalle più classiche come sci alpino e di fondo e ciaspolate, alle più avventurose come snowboard, jibbing, arrampicata, alpinismo e fat bike, passando per attività divertenti ed originali come snow kite, snow tubing e sleedog, trainati dai cani da slitta. Tra le mete di maggiore interesse per gli sportivi più appassionati spicca da oltre 90 anni Roccaraso, la stazione sciistica in provincia dell’Aquila che la rivista statunitense Forbes annovera tra le principali destinazioni per una perfetta vacanza sulla neve. E proprio qui, nel 1929, furono organizzate le prime gare italiane di sci alpino che, tra percorsi di discesa libera e slalom, attirarono partecipanti da diverse località alpine e appenniniche consacrandola culla dello Sci Alpino italiano.

Ad un’altezza di 1250 metri sugli Altopiani Maggiori, il comprensorio di Roccaraso –  dove nel 1937 fu inaugurato il primo impianto italiano di risalita dopo Cortina d’Ampezzo –  offre 110 chilometri di piste sempre innevate dove praticare sci, snowboard, sci-escursionistco e sci alpino, oltre alle proposte di circuiti dedicati allo sci di fondo. In questo panorama naturalistico di straordinaria bellezza, assieme ai comuni limitrofi di Rivisondoli e Pescocostanzo, offre inoltre una proposta completa per trascorrere una vacanza all’insegna di buon cibo, relax ed eventi sportivi di richiamo. Molto frequentate sono anche le stazioni sciistiche di Ovindoli e Campo Felice, specialmente dagli amanti dello snowboard e dai fondisti che qui trovano impianti di risalita che salgono dai 1400 fino ad oltre 200 m e percorsi con anelli da 3 e 5 km, oltre ad un modernissimo snowpark tra i più attrezzati dell’Italia Centrale in ambito snow-freestyle.

Spostandosi nel Parco Nazionale del Gran Sasso-Laga, si innalza il Corno Grande che con i suoi 2.912 metri è la vetta più alta del Gran Sasso e dell’Appennino. Qui si sviluppa il più alto domaine skiable dell’Abruzzo, che propone dieci piste per tutti i livelli, dal primo approccio con la neve alle piste nere. I canaloni del Gran Sasso consentono innumerevoli itinerari per praticare fuoripista e sci alpinismo e l’Altopiano di Campo Imperatore offre diverse possibilità per gli appassionati dello sci di fondo, con oltre 60 km di circuiti tra cui la pista Santo Stefano di Sessanio nei pressi del Lago Racollo, le piste di Castel del Monte e l’anello dei tre laghetti. Ai piedi del Corno Piccolo si snodano invece le piste della storica stazione sciistica Prati di Tivo da cui parte una vertiginosa seggiovia che sale fino a 2000 metri.

All’estremità settentrionale del crinale principale della Majella, il comprensorio di Passolanciano-La Majelletta è celebre per i suoi bellissimi panorami naturali la cui visuale spazia fino al mare Adriatico, mentre il versante occidentale del massiccio abruzzese ospita ai suoi piedi gli impianti di Campo di Giove che risalgono fino a 2.350 metri con 20 km di piste per lo sci alpino e 5 km per lo sci di fondo dal lago Ticino fino alla stazione ferroviaria Majella. Per rimanere sempre aggiornati sulle località montane dell’Abruzzo è inoltre possibile scaricare gratuitamente l’app Ski Abruzzo che fornisce mappe complete, bollettino neve aggiornato tre volte alla settimana e caratteristiche degli impianti di sci nordico, alpino e alpinismo, oltre ad indicare i migliori percorsi per le ciaspolate, informazioni e numeri utili per contattare scuole di sci e strutture per il noleggio di attrezzature sportive.

Abruzzo 03
Abruzzo 05 CF
Abruzzo 04 Campo Felice snow
Abruzzo 06 CI
Abruzzo 01 Passo Lanciano