Anello di Monte Mileto - AbruzzoLa riscoperta di un turismo “lento”, senza mezzi a motore, nell’Italia dimenticata (o quasi) sarà protagonista dal 2 al 5 giugno delle Giornate delle Guide Ambientali Escursionistiche: 200 eventi dal nord al sud della penisola, di cui 50 nelle regioni colpite dal sisma dell’anno scorso.
“Con le Giornate 2017, seconda edizione di questa iniziativa – spiega Stefano Spinetti, presidente dell’Aigae -, finanzieremo progetti di microimpresa nelle zone terremotate (contributo minimo di 5 euro, ndr). Aiuteremo i giovani imprenditori. Basterà semplicemente scegliere l’evento che si vorrà seguire; si tratta di escursioni per tutti, nei borghi, lungo i sentieri, o nei centri storici fantasma ma ricchi d’arte. Sulle Alpi entreremo in borghi abbandonati e pieni di affreschi, percorrendo il Sentiero delle frazioni Alte, a Ischia faremo snorkeling, in giro per l’Italia ci saranno escursioni notturne nei boschi e lungo i fiumi, visite ai siti archeologici sottomarini, lungo valli e sulle vette. Saremo nei borghi colpiti dal sisma in Umbria: Norcia, Savelli, San Marco, Nottoria; ugualmente nelle Marche, nel Lazio e in Abruzzo”.
Legambiente ha inserito le giornate delle guide escursionistiche nel calendario del suo Voler Bene all’Italia: “Il turismo ambientale può e deve rappresentare un volano per l’economia del nostro Paese – afferma Edoardo Zanchini, vice presidente nazionale di Legambiente -. I mestieri green del turismo possono contribuire attivamente a dare un nuovo impulso al futuro dell’Appennino e alle economie fragili e molto provate dei comuni delle aree dell’Italia centrale colpite dai terremoti dell’estate e dell’autunno scorsi. Riattivare un turismo dolce in queste aree è l’importante scommessa che Legambiente e Aigae hanno fatto insieme, firmando un protocollo d’intesa”.


Aigae giornate 2017