Poter assaggiare i piatti dei migliori ristoranti di Roma da Cristina Bowerman, di Glass Hostaria ad Heinz Beck, chef de La Pergola e ancora Angelo Troiani, patron del Convivio Troiani e di Acquolina, Roy Caceres del Metamorfosi, Noda Kotaro, allievo del grande Gualtiero Marchesi e chef del Bistrot 64. Tutto questo è Taste of Roma in programma dal 20 al 23 settembre presso i Giardini Pensili dell’Auditorium Parco della Musica. Per raccontare questo settimo appuntamento si parte dal concetto di “evoluzione del gusto” che caratterizza la storia del Festival. A Taste of Roma 2018 si può scoprire quale opera artistica italiana ispira maggiormente la cucina degli chef protagonisti. Quest’anno il quarto piatto del menu di ogni ristorante sarà il #piattodautore, ovvero la rappresentazione della loro evoluzione culinaria. In scena oltre 20 fuoriclasse della cucina italiana e 72 portate realizzate live dalle cucine dell’evento. I visitatori potranno scegliere tra le diverse creazioni, componendo il proprio menu, già online sul sito tasteofroma.it con prezzi che variano dai 6 ai 10 euro a portata. Sono 18 le cucine allestite, tre in più rispetto allo scorso anno.

Taste 01 1
Taste 02 1

Oltre alle cucine stellate, sono molte le iniziative presenti nei quattro giorni, come le degustazioni esclusive della Vip Lounge o lo spazio della Taste Arena dove si alterneranno momenti di sfida a corsi di cucina a cura di grandi chef. Con Luppoli d’Autore il Birrificio Angelo Poretti guiderà i visitatori a scoprire quanto sia semplice abbinare la birra giusta ai piatti che cucini tutti i giorni: 4 tipologie di degustazione che spaziano dal pesce ai salumi passando per i formaggi e i dolci. Con Maestri in Cucina è possibile degustare un menù fusion creato a quattro mani: i protagonisti sono giovedì 20 e venerdì 21 il pizzaiolo Salvatore Grasso e lo chef Paolo Trippini; sabato 22 è la volta de pizzaiolo Massimo Giovannini e dello chef Andrea Provenzani, chiuderanno domenica il pizzaiolo Pier Daniele Seu e lo chef Adriano Baldassarre. Ma anche appuntamenti per i bartender, gli amanti del whisky, del rum guatemalteco e dei cocktail e una selezione di 60 etichette nel winebar e viaggi all’interno della cultura giapponese fatta di tradizioni, profumi e sapori. Taste of Roma sarà aperta giovedì e venerdì dalle 19.00 in poi mentre nel week end è possibile accedervi anche dalle 12.00 alle 15.00. Il costo del biglietto d’ingresso è di 16 euro e permette la possibilità di partecipare a tutte le attrazioni, con l’eccezione della Vip Lounge, riservata ai titolari dei biglietti VIP dal costo di 60 euro.

Taste 03 1
Taste 04 1

I RISTORANTI DI TASTE OF ROMA 2018

  • Achilli Enoteca Al Parlamento: Chef Massimo Viglietti
  • Acquolina: Chef Angelo Troiani
  • All’Oro : Chef Riccardo Di Giacinto
  • Barrique: Chef Oliver Glowig
  • Bistrot 64: Chef Kotaro Noda
  • Finger’s : Chef Roberto Okabe
  • Glass Hostaria: Chef Cristina Bowerman
  • Il Convivio Troiani: Chef Daniele Lippi
  • Imàgo all’Hassler: Chef Francesco Apreda
  • La Pergola – Hotel Rome Cavalieri: Chef Heinz Beck
  • La Terrazza Hotel Eden: Chef Fabio Ciervo
  • Maestri in Cucina Ferrarelle Chef: Paolo Trippini, Andrea Provenzani e Adriano Baldassarre. Maestri Pizzaioli: Salvatore Grasso, Massimo Giovannini e Pier Daniele Seu
  • Magnolia: Chef Franco Madama
  • Metamorfosi:Chef Roy Caceres
  • Mirabelle Hotel Splendide Royal: Chef Stefano Marzetti
  • Per Me: Chef Giulio Terrinoni
  • Ristorante Il Tino: Chef Daniele Usai
  • Tordomatto: Chef Adriano Baldassarre