Più che a “Tempo di Libri” sarà a tempo di alfabeto. Perché la Fiera dell’editoria italiana – nella sua casa di Rho – offrirà ai visitatori l’opportunità di comporre a piacimento, con le lettere, nuove realtà ed appassionanti avventure. E la prima lettera sarà la M di Milano, dove mercoledì alle 10 si alza il sipario sulla kermesse, promossa dalla Fabbrica del Libro: alle10 il taglio del nastro all’ingresso dei padiglioni 2 e 4, poi primo step nella Sala Verdana. Ad inaugurare Tempo di Libri il ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, il Presidente della Fiera di Milano, Roberto Rettani, e la Presidente della Associazione Italiana Editori, Renata Gorgani. fiera 2E fino a domenica 23 ce n’è per tutti i gusti: 720 appuntamenti, 17 sale per gli incontri oltre ad un auditorium da 1000 posti, 35.000 metri quadrati di spazio dove sono ospitati più di 400 espositori. E, soprattutto, 2.000 autori, tra i quali scrittori del calibro di Luis Sepulveda, David Grossman, Simonetta Agnello Hornby, Roberto Saviano, Irvine Welsh e Gianrico Carofiglio. Non solo autori e volumi da leggere però. Tempo di Libri rappresenta una sorta di Stati Generali sullo stato di salute dell’editoria, un’analisi approfondita che riguarda anche gli e-book. Numerosi i meeting studiati appositamente per i più giovani e le scuole. libriIl percorso dei libri realizzato nella Fiera passa anche attraverso l’enogastronomia e i laboratori allestiti nello spazio Tempo di Libri A Tavola: per prenotarsi basta scrivere a atavola@tempodilibri.it. Il Padiglione 1, invece, ospita il Milan International Rights Center, fino al 21: confermata la partecipazione di 443 fra case editrici ed agenzie letterarie, di cui oltre 300 sono italiane. Per il programma completo consultare il sito www.tempodilibri.it. La pagina Facebook è @TempodiLibriMilano, il profilo twitter @Tempodilibri e Instagram @tempodilibri, #TdL17. Buon viaggio a tutti. Con e nei libri.