IMG 8860 ridimensionare 640x426

La nuova livrea dei treni Intercity – Foto David Campione

Dopo anni di proroghe e numerosi rinvii è arrivato finalmente il rinnovo del contratto di servizio fra Trenitalia e il Ministero delle infrastrutture e Trasporti per il rilancio dei treni del Servizio Universale (Intercity giorno e notte) sul territorio nazionale, che continuerà ad essere affidato a Trenitalia.

Numerose le novità che questo accordo porta con sé, su tutte la durata dello stesso che è stata estesa a 10 anni di durata contro i 5 del precedente Contratto; altra importante novità riguarda il valore economico dell’operazione, che porta un aumento cospicuo della copertura finanziaria, passata da 242 milioni di Euro anno a 347 (+105) milioni di Euro per il 2017 e 357 milioni (+112) per ciascun anno successivo dei restanti 9, accogliendo così le ripetute richieste di Trenitalia di adeguare il corrispettivo ai maggiori costi del servizio ed ai minori introiti da biglietti venduti negli ultimi anni per questa tipologia di treni.

IMG 8869 ridimensionare 640x426

La livrea dedicata ai vagoni letto e alle carrozze a cuccette in composizione agli IC Notte – Foto David Campione

“L’Intercity era la Cenerentola del servizio pubblico, era stato dimenticato e rischiava di perdere più del 40% dei treni mentre sono più di 12 milioni gli italiani che viaggiano con questo servizio – ha detto il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio –. Era un po’ un figlio di nessuno, ora cerchiamo di dargli dignità e un servizio serio. Lo Stato vuole investire sul servizio pubblico, non solo su quello regionale, non solo sulle Frecce ma anche sul servizio Intercity perché riguarda tantissime persone che avranno a prezzi calmierati servizi nettamente migliori”.
Pienamente soddisfatta anche l’amministratore delegato di Trenitalia, Barbara Morgante: “E’ un’opportunità per noi, molto lavoro è stato fatto finora ma tantissimo ci sarà ancora. Speriamo di non deludere nessuno, garantisco che non ci saranno ulteriori aumenti delle tariffe”.

La maggiore disponibilità economica dal 2017 nelle casse di Trenitalia consentirà di mantenere la precedente offerta e di salvare i 10 Intercity a mercato a rischio di cancellazione. Sono quindi 118 in totale le corse effettuate, di cui 108 quotidiane,

IMG 8836 ridimensionare 640x426

Interni delle vetture di seconda classe ristrutturate – Foto David Campione

88 Intercity giorno e 20 Intercity Notte, alle quali si aggiungono 10 corse nei fine settimana. Nel suo complesso l’offerta è pari a 25,1 milioni di chilometri-treno con un incremento del 7% rispetto al precedente contratto e 6 mila posti in più al giorno.

Novità anche a bordo: introdotto il pulitore di bordo su questa categoria di treni e il servizio di minibar garantito su tutti gli IC almeno con carrello bar. E’ così possibile anche gestire il maggiore ammortamento dei rotabili che da Frecciabianca sono passati a Servizio Universale (carrozze IC901 e IC270), attrezzaggio tecnologico delle locomotive E.401, E.402 ed E.403 con ERTMS ed ancora l’applicazione della nuova livrea.

Quest’ultima è stata oggetto in questi mesi di numerosi studi, bozzetti ed esperimenti su alcune carrozze, finché quella definitiva è stata scelta personalmente dal ministro dei Trasporti Delrio.