Il tratto sassone della Via Ciclabile dell’Elba, tra i più popolari in Germania, è amato dai cicloturisti per la varietà e il fascino dei paesaggi, la qualità del manto stradale, la grande offerta di bikehotels e servizi lungo tutta la rete; ma soprattutto per il piacere di scendere dalla sella e concedersi interessanti e sorprendenti visite culturali, artistiche ed enogastronomiche. Particolarmente memorabile è l’arrivo in bicicletta a Dresda, quando lo skyline del centro storico fa la sua apparizione e la cupola della Frauenkirche spunta maestosa verso il cielo. Arrivando dalla Boemia, o in treno a Dresda, la prima tratta della Via ciclabile dell’Elba in Sassonia attraversa il Parco Nazionale della Svizzera Sassone. Non si può resistere al fascino delle maestose montagne di arenaria o alle località di Pirna e Bad Schandau, di un’escursione, fino al ponte di Bastei o di un soggiorno di salute e benessere al villaggio biologico Schmilka. Da visitare la Fortezza di Königstein, una fortificazione mai espugnata di 9,5 ettari, che dall’alto abbraccia la regione fino ai Monti Metalliferi. Pedalando per 28 km sempre sulla riva del fiume si arriva a Dresda, ma prima merita una sosta il castello di Pillnitz, palazzo splendido in perfetto stile chinois, circondato da un parco floreale di grande ricchezza con varietà di giardini e piante esotiche. Anche la rocca di Stolpen e il castello Weesenstein meritano di deviare un po’ il percorso per essere visitati.

elberadweg dresda c tmgs d stratmann scaled
fortezza koenigstein c thomas eichberg scaled

Il capoluogo Dresda rappresenta la tappa principale di questa via ciclabile di arte e cultura. Girare in bicicletta tra le vie del centro storico è un vero piacere: il Palazzo Reale, lo Zwinger, la Semperoper, la Frauenkirche, i musei d’arte e il quartiere alternativo Neustadt sono attrazioni tutte “a portata di sella”. Deviando dalla ciclabile e aggiungendo altri 50 km circa raggiungerete poi l’incantevole Castello di Moritzburg, assolutamente consigliato per l’atmosfera barocca e la mostra glamour sul Principe Elettore Augusto il Forte. Lasciata Dresda alle spalle si prosegue lungo il fiume per 30 km su un tratto asfaltato e pianeggiante fino a Meissen. Nota come la città della porcellana, delle vie strette e dei tetti rossi, Meissen è una perla sull’Elba, con il Duomo e il Castello di Albrechtsburg che la dominano dall’alto. Trascorrendo più di un giorno qui si ha l’opportunità di visitare la storica manifattura della porcellana Meissen e di esplorare l’area vinicola. Il viaggio in bici continua poi verso le prossime tappe che sono Riesa, cittadina circondata da un’incantevole atmosfera rurale, e Torgau, culla della Riforma Protestante. Da vedere qui il Castello Hartenfels, centro politico della riforma, con la prima chiesa protestante  consacrata in Europa da Martin Lutero nel 1544. L’itinerario cicloturistico si conclude infine a Wittenberg dove, se non si intende più proseguire verso nord, è prevista la restituzione delle bici, il recupero del bagaglio e il ritorno in treno verso Dresda. Molti ciclisti pianificano da soli il loro viaggio sulla pista ciclabile dell’Elba contando sui molti alloggi a disposizione lungo la tratta. I cicloturisti sulla pista ciclabile dell’Elba trovano sempre posto anche per una sola notte in strutture attrezzate con deposito, lavanderia e servizio di riparazione biciclette. Maggiori informazioni e alloggi per ciclisti sul sito http://www.elberadweg.de .

elberadweg meissen albrechtsburg c felix meyer scaled
Piazza del mercato di pirna c Kultur und Tourismus gesellschaft Pirna